Sr99 Contro le guerre, a fianco dei popoli

Assisi, 21-26 giugno 1999. Convegno internazionale organizzato da Socialismo rivoluzionario in collaborazione con Prospettiva edizioni e Associazione culturale prospettiva.

A poche settimane dall’inizio del convegno internazionale "Contro le guerre, a fianco dei popoli" che Socialismo rivoluzionario ha promosso, insieme a Prospettiva edizioni e all’Associazione culturale prospettiva, le iscrizioni sono già diverse centinaia e queste ultime settimane sono decisive per far crescere il coinvolgimento, la preparazione e le iscrizioni.

Molte e qualificate le partecipazioni internazionali. In primo luogo, le forze che stanno costruendo il nuovo marxismo rivoluzionario su scala internazionale. Decine gli iscritti dallo stato spagnolo nell’importante delegazione di Socialismo libertario. Ci saranno rappresentanti del Forum de Ação socialista del Brasile e una numerosa delegazione dall’Argentina. Poi dal Cile, dalla Svezia, dal Movimento dei Sans-papier francese e rappresentanti della rivista francese Carrè Rouge.

Inviti e conferme si intrecciano in questi giorni con chi è impegnato sul campo nella solidarietà materiale nella lotta contro le violenze quotidiane del sistema, come Medicins sans frontieres, Amnesty international, Ics, Telefono azzurro. Avvocati, giornalisti in prima linea nella difesa dei diritti dei popoli senza terra, dal Kosovo al Kurdistan, alla Palestina.

Molte le associazioni italiane. In primo luogo la partecipazione dell’Associazione antirazzista "3 febbraio" e di diverse comunità immigrate. Poi le Donne in nero, associazioni per la pace, diversi comitati contro la guerra, collettivi giovanili, organizzazioni del sindacalismo di base, come la LAB-CNL, lo Slai-Cobas di Pomigliano.

Insieme alle associazioni pacifiste, ai comitati contro la guerra, di solidarietà col Kosovo, col Kurdistan, con la Palestina, con il popolo irakeno, alle riviste e ai circoli che in questi mesi si sono costituiti per combattere le guerre, abbiamo invitato anche quei partiti della sinistra, come il Prc, le sue componenti interne, i circoli con cui spesso ci siamo trovati a lottare fianco a fianco, i settori della sinistra Ds nella cui base ci sono tanti compagni che, pur con grandi contraddizioni, si stanno opponendo alla guerra.