Facciamo la pace, ora. Anche il voto

Sit in in piazza Montecitorio. E una miriade di altri appuntamenti pacifisti

O ggi, dibattito parlamentare contro la guerra: gli "studenti e docenti contro la guerra", il Forum manifesto, le Donne in nero, L'Associazione per la pace, Comitato di statistica per fermare la guerra, Arci, Cestes, rivista Proteo, radio città aperta, Ovd saranno di nuovo in piazza Montecitorio dalle 14 per chiedere "un voto che determini l'uscita immediata dell'Italia dalla guerra". Sono naturalmente invitati studenti, docenti, associazionismo e sindacalismo, forze sociali e politiche, lavoratori e intellettuali. A cui si uniscono virtualmente i "netstrikers contro la guerra" che organizzano oggi - non ieri, come abbiamo erroneamente scritto - dalle 18 alle 19 un Netstrike al sito della Camera dei deputati (www.camera.it) per un'ora: informazioni tecniche al www.strano.net/news/guerra1.htm oppure www.tmcrew.org/news/nato/index.htm. A Forlì un gruppo di militanti hanno iniziato un digiuno a staffetta da sabato, a sostegno del digiuno di Giorgio Lotti, ormai arrivato al trentunesimo giorno, contro la giunta Pds-Ppi che ha rifiutato di indire un consiglio comunale aperto sulla guerra. Un altro passo nella lunga marcia verso la pace. Ecco gli altri appuntamenti.

OGGI. Alle 21 presso Punto Rosso di Vicenza (contrà Porton del Luzzo 10) incontro su "La crisi attuale, immanente e effettiva" con G. La Grassa, docente di economia politica a Venezia. A Chioggia alle 18 assemblea per preparare la manifestazione contro guerra e bombe in Adriatico di sabato convocata da Antigone, Csa Tonita, comitato contro la guerra: appuntamento al Csa in piazza della stazione. Genova: alle 17 donne in nero davanti alla prefettura. Alle 17 alla facoltà di scienza della formazione di Bologna (via Zamboni 34) secondo incontro con Paolo Fabbri e Federico Montanari su "Le verità della guerra". Alle 21 presso la sala di cultura Bonporto di Nonantola "Il popolo ripudia la guerra", serata pacifista: "La sindrome del Golfo", dibattito con don Giovanni Neri, Fauso Sorini, Unmberto Piccinini. Fano (PS): dibattito con il comitato anconetano di giuristi contro la guerra: nell'ex scuola - Luigi Rossi - in piazza Amiani tutti giorni dalle 10.30 alle 23.00 infopoint.

Roma: Il comitato "Io ripudio la guerra" promuove alle 18.30 un presidio a largo Ravizza (circonvallazione Gianicolense). A Lanuvio gli insegnanti delle elementari e medie organizzano un'iniziativa per la pace per l'anniversario dello sfollamento di Lavinio, a cui aderisce il comune: alle 10.30 da via santa Maria della Pace corteo fino a piazza Vittime di Brescia: interventi degli alunni, canti e poesie. All'Aquila alle 18 presso la sede del circolo Prc Casamobile (via Fortebraccio) incontro con testimonianza e fotografie di Giulio Petrilli di ritorno da Belgrado, Novi Sad, Kragujevac. Tutte le sere a Palermo la chiesa di santa Chiara è aperta a chi voglia pregare per la pace; tutti i lunedì alle 21 riunione del coordinamento per la pace; tutti i mercoledì dalle 17 alle 20 presidio in piazza Castelnuovo (Politeama) delle donne in nero; tutti i giorni camper per la pace davanti alla cattedrale.


Mercoledi' 19. Alle 21 presso Punto Rosso di Vicenza (contrà Porton del Luzzo 10) incontro su "La crisi attuale, immanente e effettiva" con Gianfranco La Grassa. A Genova alle 17 presidio delle donne in nero davanti alla prefettura. Alle 17 presso la facoltà di scienza della formazione di Bologna (via Zamboni 34) secondo incontro-dibattito con Paolo Fabbri e Federico Montanari su "Le verità della guerra". Alle 21 presso la sala di cultura Bonporto di Nonantola "Il popolo ripudia la guerra", serata pacifista; proiezione di "La sindrome del Golfo" e dibattito con don Giovanni Neri, Fauso Sorini, Umberto Piccinini. Dibattito a Fano (PS) con il comitato anconetano di giuristi presso l'ex scuola Luigi Rossi, piazza Amiani, aperto tutti giorni dalle 10.30 alle 23.00; per contatti didero(a)gostec.it 0721/865335 (lia). A Roma il comitato "Io ripudio la guerra" promuove alle 18.30 un presidio a largo Ravizza (circonvallazione Gianicolense).